Avvisi meteo per la regione Calabria.Per tutte le restanti regioni visita la pagina "Allerte Regionali" (Clicca per accedere)
Temporali dal: 23-05-2017 12:00 al: 18:00 Allerte per: Temporali Livello: Giallo
Tempo potenzialmente pericoloso. Fenomeni meteo non insoliti.
info button
 
Pioggia dal: 23-05-2017 12:00 al: 18:00 Allerte per: Pioggia Livello: Giallo
Tempo potenzialmente pericoloso. Fenomeni meteo non insoliti.
info button
 


Temperature ad 850Hpa (Artico)




Indici AO,NAO & PNA









Analisi a 30 e 100Hpa

Analisi a 30Hpa Analisi a 100


Temperature a 10 e 30Hpa ,Polo Nord

Polo Nord,temp a 10 Hpa Polo Nord,temp a 30 Hpa


NAM


AMO (Atlantic Multidecal Oscillation)
L'AMO è un'oscillazione delle temperature superficiali del Nord Atlantico. Il periodo di oscillazione è tipicamente di 20-30 anni, alternando temperature superiori o inferiori ai valori medi. AMO-: la corrente a getto tende ad abbassarsi di latitudine e quindi le perturbazioni atlantiche hanno più possibilità di coinvolgere le aree centrali e meridionali dell'Europa, con estati più fresche e piovose. AMO+: situazione opposta alla precedente e quindi si tende ad avere una stagione estiva più anticiclonica e una stagione invernale caratterizzata da più frequenti fasi di "blocking" atlantici.

Indice
POL


POL (Polar Eurasian Pattern)
L'indice POL lega il Vortice Polare alle alte pressioni sul continente euro-asiatico. L'influenza maggiore del POL si ha durante la stagione invernale. La fase di POL positiva è correllata ad un approfondimento del Vortice Polare ed ad un irrobustimento di tutti gli anticicloni presenti sul continente. Si hanno basse temperature e precipitazioni intense sulle aree artiche e siberiane. La fase di POL negativa porta invece inverni più freddi della norma nei continenti europeo e asiatico.

Indice
EA


EA (East Atlantic Pattern)
L'indice EA è molto simile alla NAO, infatti tiene di conto delle differenze di pressione tra l'intero Oceano Atlantico e si può quindi considerare una NAO traslata verso sud-est. La fase di EA positiva può portare estati roventi grazie una depressione semi-permanente sbilanciata verso le Isole Britanniche e il Mare del Nord, con l'Anticiclone delle Azzorre fuso a quello Africano che risale dall'Algeria e dalla Libia verso il Mar Egeo e il Mar Nero.
La fase di EA negativa è caratterizzata invece da alte pressioni sull'Europa Centro-occidentale e da un canale depressionairo che si estende dai Balcani al Mediterraneo Occidentale passando per la penisola italiana. Con questa configurazione si possono avere inverni molto freddi in area mediterranea.

Indice
SCAND


SCAND (Scandinavian Pattern)
Lo SCAND è collegato con un centro di alta pressione della regione scandinava e un centro depressionario sull'Europa Occidentale. È particolarmente interessante per l'andamento della stagione invernale europea.
La fase di SCAND positiva è caratterizzata da forti discese di aria fredda in area mediterranea che, interagendo con l'aria umida temperata richiamata dalla bassa pressione presente più a ovest, provoca copiose nevicate in Italia.
La fase di SCAND negativa porta alla formazione di alte pressioni sull'Europa Occidentale e Meridionale, e quindi un clima più secco.

NAM


NAM (North Anular Mode)
Il NAM rappresenta la "forza" del Vortice Polare (Stratosferico) considerando tutte le quote, quindi nel suo insieme. Quando il NAM è negativo allora il vortice polare è disturbato e dislocato, mentre un NAM positivo segnala un vortice polare più consistente e robusto. Secondo Baldwin e Dunkerton (teoria del condizionamento), se alla superficie isobarica di 10 hpa: NAM > +1.5 (anomalia negativa) si è in presenza di un raffreddamento della Stratosfera che può causare un AO+. NAM < -3.0 (anomalia positiva) si ha un riscaldamento stratosferico (stratwarming) che può provocare un AO-. La propagazione di tali anomalie in Troposfera condiziona l'AO per circa 60 giorni.

QBO


QBO (Quasi-Biennal Oscillation, nota anche come "Venti di Singapore")
LaQBO è un indice che anziché riguardare la Stratosfera polare, interessa quella equatoriale. Anche il comportamento stratosferico a queste latitudini influenza le "nostre" vicende perché modula le onde extratropicali, propagando verso il basso il regime dei venti zonali (da ovest e est o viceversa, in un periodo che mediamente va da 20 a 36 mesi, mediamente 28, ecco perché si parla di oscillazione "quasi biennale"). Il QBO coinvolge gli scambi di masse d'aria tra un polo e l'altro influenzando, in particolare, l'ozono stratosferico polare e la forza del Vortice Polare Stratosferico. QBO+ (QBO occidentale, venti da ovest nella stratosfera equatoriale) specie se accompagnata da un minimo di attività solare: agevola gli scambi meridiani alle medie latitudini, disturbando il vortice polare e aumentando la probabilità di Major Warmings stratosferici e quindi di AO-. QBO- (QBO orientale, venti da est nella stratosfera equatoriale) specie se accompagnata da un massimo di attività solare: rafforza il vortice polare (lasciando l'aria gelida confinata al suo interno), la circolazione alle medie latitudini si fa più zonale e si ha un AO+.

Indice ENSO


ENSO (El Nino/Southern Oscillation)
ENSO è salito alla ribalta delle cronache meteo-climatiche ormai da diversi anni. Riguarda l'andamento della temperatura dell'Oceano Pacifico. Più precisamente, il fenomeno del Niño (e la sua controparte, la Niña) è provocato dalla differenza di pressione tra il sud-est Asiatico (dove tipicamente ci sono basse pressioni) ed il Pacifico sud-orientale, sede di alte pressioni. Quando tale differenza supera una certa soglia, l'intensità degli alisei varia e questo, a sua volta, influenza le correnti oceaniche equatoriali. Ciò si ripercuote sulle temperature superficiali nelle due zone, modulando la velocità di risalita delle acque di profondità verso la superficie. ENSO+: riscaldamento anomalo delle acque superficiali (Niño, la pressione del Pacifico occidentale è alta). Quando è molto intenso si hanno in genere inverni miti e poco piovosi ed estati molto calde. ENSO-: raffreddamento anomalo delle acque superficiali (Niña, la pressione del Pacifico occidentale è bassa). Quando è molto intenso l'Anticiclone delle Azzorre tende a interessare il Mediterraneo anche in inverno.

Indice ENSO



Temperatura del Mare


Un importante indice è rappresentato dalle SST: è la Sea Surface Temperature, che misura le temperature delle acque superficiali: ciò che a noi interessa maggiormente è l’anomalia termica, rappresentativa di episodi di El Niño o di El Niña sul Pacifico. In generale, considerando le SSTA come forzanti parziali della circolazione atmosferica, potremmo grossolanamente definire che anomalie significativamente positive tendano ad immettere vorticità negativa, condizionando la corrente a getto ad aggirare tale area in senso orario: in sintesi, dalle anomalie termiche + deriverebbe un quadro di alte pressioni.Al contrario, un'anomalia significativamente negativa potrebbe causare un immissione di vorticità positiva, con conseguente condizionamento della Jet Stream in senso anti-orario, e successiva formazione di depressioni. Oltre a ciò, è importante dare un'occhiata a quello che è definito il Tripolo Oceanico Atlantico delle SSTA: esso è un indice che prevede l’oscillazione di 3 fasce parallele che corrono in Oceano Atlantico, e che identificano acque superficiali più calde e più fredde. Per tripolo positivo (+) s’intende una temperatura superficiale dell’Oceano più alta alle medie latitudini, in una linea orizzontale ipotetica congiungente la Francia e gli Stati Uniti, ed una temperatura più bassa della norma sopra e sotto. Per tripolo negativo (-) si fa riferimento invece ad acque superficiali più fredde alle medie latitudini, e più alte sopra e sotto. Il tripolo -, +, - favorisce una deviazione del getto alle alte latitudini, con conseguente rafforzamento dell’Anticiclone delle Azzorre alle nostre latitudini. Il tripolo +, -, + prevede invece un netto riscaldamento delle acque superficiali dell’isola canadese di Terranova, con formazione dunque di un’alta pressione in loco: in questo contesto sarà più facile assistere ad irruzioni d’aria gelida verso le medio-basse latitudini. Torna su

Anomalie Temperatura del Mare



Top Italia Meteo Network